Violenza sulle donne, due incontri con il SUGC

Per la giornata dedicata alla lotta contro le violenze sulle donne mercoledì 25 novembre 2020 il SUGC parteciperà a due incontri.

CON ARTICOLO21 ALLE 13,30
Contrasto al linguaggio dell’odio che ormai dilaga sui social e, purtroppo, viene ripreso anche da alcuni media “accreditati”. Se ne parlerà insieme ad un’analisi della violenza di genere in un incontro organizzato da Articolo 21 nell’ambito della rassegna “Un’ora con…” . L’appuntamento è per domani in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, dalle 13.30 alle 15. L’obiettivo è quello di fare il punto sulle iniziative, dare voce a giornaliste, giuriste, associazioni impegnate contro discriminazioni, aggressioni, sessismo.
Previsto l’intervento di Simona Sala, Cristina Perozzi, Tiziana Ferrario, con il coordinamento di Elisa Marincola, portavoce di Articolo 21,  e Roberto Natale
L’incontro sarà trasmesso in diretta anche sulla pagina Facebook di Articolo 21.

DIBATTITO ALLE 18,30

I dati del 2020 sembrano dimostrare una diminuzione dell’emergenza della piaga della violenza sulle donne, potrebbe essere cosi, ma invece non lo è. Con lo scoppio della pandemia di Covid e il conseguente isolamento in casa, molte donne hanno perso la forza di voler denunciare il proprio partner violento, per via della convivenza forzata a cui sono costrette. Il 25 novembre è la giornata per ricordare ancora una volta l’importanza nel denunciare. Se ne parlerà alle 18,30 a questo LINK.
Interverranno: Claudio Silvestri (Segretario del sindacato unitario giornalisti della Campania), Virginia Ciaravolo (Psicoterapeuta e Criminologa), Stefania De Martino (Responsabile centro antiviolenza ed esperta di politiche di genere), Francesco Paolo Oreste (Vice ispettore con delega alle fasce deboli del commissariato di P.S di Pompei), modera Armando Federico Ascolese (scrittore e giornalista). L’evento è patrocinato dal Sindacato unitario giornalisti della Campania e dall’associazione “Mai più violenza infinità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *