Lo staffista del sindaco insulta Velardi: «Uomo di m…»

Immagine 6

Il sindaco sceglie con cura i suoi staffisti. Alcuni sono degli opinion leader, hanno blog e vanno in tv, difendono a spada tratta la rivolluzione arancione. Altri, scelti per le loro abilità comunicative, sono più noti per le loro esternazioni su Facebook. Tra questi Alessandro Di Rienzo che ieri su Facebook ha pensato bene di insultare pubblicamente Claudio Velardi, politico di lungo corso, ex assessore regionale al Turismo e professionista della comunicazione. Velardi, interpellato dal Mattino, ha polemizzato con la presa di posizione di Erri De Luca che si è schierato contro l’inceneritore di Giugliano. Lo scrittore ha invitato la popolazione locale ad alzare le barricate, come per la Tav in Val di Susa. Il politologo ha affermato che quella di De Luca è un’operazione di marketing, legata ad interessi editoriali, e che la sua idea di intellettuale impegnato è ottocentesca. Insomma, un dibattito teso, ma che si fonda su analisi interessanti, dall’una e dall’altra parte. Nel dialogo a distanza tra De Luca e Velardi si è inserito Di Rienzo (1.263 amici sul socialnetwork) con un giudizio che non lascia spazio ad interpretazioni: “L’uomo di merda contemporaneo (Claudio Velardi) – scrive lo staffista stipendiato dai napoletani – che dà dell’intellettuale ottocentesco ad Erri De Luca. Viva l’Ottocento». La comunicazione istituzionale è una cosa seria. Anche i dirigenti devono dare conto al sindaco di quello che dichiarano alla stampa e che dicono pubblicamente, e i social network sono evidentemente una piazza vituale molto importante. In questo caso, o il sindaco condivide il contenuto dell’affermazione o gli staffisti godono di una libertà particolare che, in casi come questo, non può che danneggiare l’immagine del sindaco e della sua Amministrazione. Di Rienzo non è nuovo a queste esternazioni. Poco più di un anno fa reagì ad un articolo di Repubblica, sul parcheggio in sosta vietata dell’auto blu del primo cittadino, dicendo che i giornalisti «precari sono un po’ come la manovalanza armata nella criminalità organizzata». In quella occasione il dipendente comunale fu costretto a chiedere pubblicamente scusa. Anche se ancora ieri continuava a scrivere: «Repubblica è la patria dei titoli balordi».

2 Thoughts on “Lo staffista del sindaco insulta Velardi: «Uomo di m…»

  1. VOGLIAMO LA MERITOCRAZIA on 11 settembre 2013 at 13:02 said:

    Non accettiamo lezioni da staffisti figli del clientelismo immeritocratico più spietato e becero. E la cosa ancor più grave è che si tratta di uno staffista del sindaco De Magistris, un magistrato che aveva puntato la sua campagna elettorale sulla legalità e sulla meritocrazia, e adesso è nelle grinfie della giustizia che sta indagando sulla gestione di grandi eventi poco chiari come l’America’s Cup. E ancor più sconcertante risulta che tra i suoi assessori figura ancora quella Pina Tommasielli, accusata di aver esercitato pressioni per eliminare i verbali al cognato Franco Gaudieri, magistrato del Tar e sindaco di Villaricca, e alla sorella Maria Teresa, sui cui fatti la Procura ha aperto un’inchiesta. Sarebbe opportuno che lo staffista Di Rienzo osservasse il silenzio più totale, per non essere attaccato da tutti quei giovani meritevoli e laureati con lode ma senza ‘padrini politici’.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post Navigation