Giornalista minacciata sotto casa ad Angri, Fnsi e Sugc: garantire la sua sicurezza

Ha scritto di un murales abusivo dedicato a Mario Di Napoli, morto due anni fa ad Angri ed è stata minacciata sotto casa e sui social da parenti e amici del giovane. In particolare il cugino si è recato due volte davanti all’abitazione della collega dicendo che la avrebbe “aspettata giù”. La stessa persona ha pubblicato un violento post su Facebook che ha scatenato una lunghissima sequela di insulti e di minacce nei confronti della cronista. Sul caso è stata presentata una denuncia. La Fnsi e il Sindacato unitario giornalisti della Campania esprimono solidarietà a Roberta Salzano, collaboratrice del Mattino, e sono pronti ad affiancarla in tutte le sedi e a costituirsi parte civile nel processo che sarà eventualmente aperto sulle minacce. Nelle piccole realtà la prossimità diventa una caratteristica pericolosa, in questo caso è stato valicato un limite che dovrebbe essere inviolabile, quello domestico. Per questo è necessario che le forze dell’ordine vigilino perché sia garantita la sicurezza della giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *