Il grande flop della maxiztl, meno di 70 permessi

Meno di 70 persone hanno pagato per ottenere il permesso per accedere alla Ztl, meno di 5mila euro di incasso. Un vero flop se si pensa che l’avvio della grande Zona a traffico limitato era previsto per il primo febbraio. Tanto che a Palazzo San Giacomo hanno deciso di rinviare tutto a data da destinarsi. Qualcosa non ha funzionato: la comunicazione, pensano al Comune. Forse. C’è qualcosa da rivedere, certamente. La previsione dell’assessore alla Mobilità Anna Donati era che i permessi sarebbero stati poco meno di 10mila (5mila residenti, 4 non residenti). Eppure, l’ufficio dedicato per la distribuzione dei tagliandi è stato aperto in piazza Dante il 27 dicembre scorso. L’organizzazione è stata tutta improntata ad evitare le code agli sportelli: prima tocca ai non-residenti (professionisti, artigiani, medici, corrieri e ditte di distribuzione), poi ai residenti. Ma due mesi non sono bastati a convincere i napoletani che qualcosa stava cambiando nella viabilità del centro antico e l’ufficio, fino ad ora, è stato frequentato soltanto da dipendenti comunali sottratti ad altri impieghi. Del resto, il costo di quella struttura dovrebbe essere coperto proprio dagli incassi dei permessi. Serve una soluzione.
Ma i segnali che qualcosa non stava andando per il verso giusto ci sono stati. Prima, l’annuncio sulla deroga temporanea per i residenti. Poi, le scaramucce sul Bilancio. L’assessore Riccardo Realfonzo segna nel Previsionale del 2012 un milione di euro di incassi dai tagliandi per le Ztl. Ma, dopo aver fatto i conti, scopre in consiglio comunale dall’assessore Donati che la cifra è stata ritoccata al ribasso: 600mila euro: «I residenti pagheranno la metà», si giustifica la collega della Mobilità.
Maggiore certezza, invece, c’è sulle uscite. Perché proprio a febbraio arriveranno, infatti, i nuovi varchi telematici di via del Sole, via Miraballo a Pendino, via Santissimi Apostoli e via Duomo-Piazzetta Filangieri, a cui potrà aggiungersene – a seconda delle disponibilità di cassa –, forse, un quinto in piazza 7 Settembre, per una spesa complessiva che arriverà ai 150mila euro.
«La maxi-Ztl non partirà il primo febbraio». Con poche parole, semplici e chiare, l’assessore alla Mobilità annuncia l’ennesimo rinvio per l’isola a traffico limitato del centro storico. Il motivo? «Serve ancora qualche giorno di tempo – spiega Donati –, quanto non so dirlo. Quanto basta, comunque, per completare la campagna informativa e per mettere a punto il sistema di videosorveglianza. Proprio a questo scopo, abbiamo calendarizzato per i prossimi giorni diversi incontri con l’assessore Narducci ed i vertici della Polizia Municipale». Supercontrolli e migliore comunicazione, i napoletani si accorgeranno che devono chiedere i permessi soltanto quando la polizia municipale comincerà a multarli.
Per fortuna con l’istituzione delle corsie preferenziali e delle telecamere si sono ottenuti subito dei risultati. I passaggi in piazza Dante si sono ridotti da 20mila a 6mila, con una media di tremila multe al giorno. L’ammenda per i trasgressori è di 90 euro. Insomma, un’entrata per fare cassa ci sarà.

(pezzo scritto con Pierluigi Frattasi)

9 Thoughts on “Il grande flop della maxiztl, meno di 70 permessi

  1. Anonimo on 28 gennaio 2012 at 16:19 said:

    Va corretta la data di apertura dell’ufficio.
    È stato aperto dal 27 dicembre non dal 21 novembre. I residenti invece devono recarsi dal 1 febbraio e non dal 1 gennaio.

  2. Anonimo on 28 gennaio 2012 at 17:18 said:

    bhè mi sa che avete preso una bella cantonata con questo “articolo”. Avete sbagliato tutte le date che sorreggono tutta la vostra tesi del flop…
    un consiglio cancellate l’articolo che fate più bella figura

  3. anonimo on 28 gennaio 2012 at 17:20 said:

    Avete sbagliato tutte le date che sorreggono la vostra tesi screditatrice nei confronti di DM. Mi dispiace per voi, questo articolo, scirtto in questo modo, con date del tutto errate è solo carta straccia

  4. Non c’è nessuna tesi screditatrice, come dici. Le date sono un particolare irrilevante. Ti cito un dato che è nella delibera 1264 del 21 dicembre. Solo dal 27 dicembre al 31 dicembre il Comune contava di incassare almeno il triplo di quanto incassato fino ad oggi. Mi pare evidentemente un flop. C’è qualcosa che non funziona e lo sa lo stesso assessore che sta studiando provvedimenti per superare il problema.

  5. Anonimo on 28 gennaio 2012 at 18:33 said:

    sicuramente ci saranno problemi altrimenti l’assessore non starebbe lì a studiare provvedimenti. ma dire che le date sono irrilevanti è qualcosa di aberrante dato che non hai preso una cantonata di un paio di giorni ma addirittura di mesi. Dalla data ufficiale di apertura dell’ufficio non sono passati esattamente 32 giorni…mentre l’aperta per i RESIDENTI è addirittura dal 1 febbraio che ancora deve venire! Mi dite come li facevano tutti i permessi se i residenti, che sono la stragrande maggioranza di quelli che richiederanno il permesso, non possono ancora farlo???

    • Forse non hai capito. Se mi dai una mail ti invio la delibera. Il Comune prevedeva di emettere dal 27 al 31 dicembre 400 permessi. Dal 27 dicembre al 28 gennaio ne ha emessi meno di 70. Per quanto riguarda i permessi previsti, in totale sono 10.500. Per i residenti sono poco meno di 6.000, per i non residenti poco meno di 5.000. Quindi anche in questo caso la data è irrilevante e indipendentemente dalla data avrei comunque scritto l’articolo.

  6. Big fail quest’articolo… fareste più bella figura a cancellarlo XD

  7. Sono stati corretti gli errori temporali. In realtà il 21 novembre era la data in cui fu dato il primo programma per la distribuzione dei pass: dicembre i non residenti, gennaio tutti gli altri. Poi è slittato tutto e l’ufficio ha aperto il 27 dicembre e sono cambiate anche le date per il rilascio dei contrassegni. Sta di fatto che come evidenziato nella delibera con cui si affida il servizio alla Napolipark, a dicembre era prevista l’emissione di ben 400 permessi. In totale se ne prevedono 10.500. Numeri ben lontani dai poco meno di 70 emessi in 30 giorni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post Navigation